1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster
Lot 31
1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster
€750,000 - 950,000
US$ 880,000 - 1,100,000

The Padua Auction

28 Oct 2017, 14:30 CEST

Italy, Padua

Lot Details
1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster 1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster
1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster
Telaio nr. 198042-7500328
Motore nr. 198980-7500345

* Originariamente consegnata negli Stati Uniti
* Matching number
* Cronologia delle proprietà nota fin dal 1970
* Immatricolata in Norvegia, Sdoganata nella UE


Creata per rilanciare la Mercedes-Benz nel suo ritorno alle competizioni nel dopoguerra, la 300 SL ha debuttato alla Mille Miglia del 1952, dove ha concluso al 2° ed al 4° posto assoluti. Con le successive vittorie alla Carrera Pan-Americana e a Le Mans, la 300 SL ha iniziato a costruire, come vettura da corsa, il suo futuro da mito. Le prime vetture da corsa erano aperte ma, prima della fine della stagione '52 era apparsa la coupé con la sua caratteristica apertura delle porte ad "ala di gabbiano". Le fiancate, insolitamente alte, erano una caratteristica tecnica legata al telaio tubolare e, mentre sulle vetture aperte l'accesso non era un problema, l'adozione della carrozzeria coupé richiedeva un pensiero innovativo: le porte ad "ala di gabbiano".

Lanciata nel 1954, la 300 SL di serie ha mantenuto il telaio tubolare della versione da competizione, ed è dotata di un motore 6 cilindri in linea, inclinato di 45 gradi gradi per mantenere la parte frontale più bassa ed aerodinamica, di 2,996 cc, con albero a camme in testa. Grazie all'utilizzo dell'innovativa iniezione diretta di carburante, questo motore avanzatissimo soto molti aspetti, è in grado di sviluppare una potenza massima di 215 Cv a 5.800 giri / min. Il cambio è a quattro marce e trasmette la potenza all'assale posteriore dotato di differenziale autobloccante e coppia conica. Le sospensioni sono a 4 ruote indipendenti, con quadrilateri e molle elicoidali all'avantreno e semiassi oscillanti e molla trasversale al retrotreno. E' stata, molto probabilmente, la prima "supercar" al mondo.

Testata dalla rivista Road & Track nel 1955, la 300 SL ha accelerato da 0 a 60 mph (ca. 100 km/h) in 7,4 secondi, raggiungendo una velocità massima di 140 mph (224 km/h) – per l'epoca, risultati eccezionali. Era fin da subito evidente che sarebbe stato difficile fare di meglio, ma, la versione Roadster, introdotta solo tre anni dopo, è riuscita a migliorare le gia incredibili prestazioni della versione chiusa. Con le aperture delle portiere di tipo convenzionale, la 300 SL Roadster è stata esposta per la prima volta al Salone di Ginevra del maggio del 1957 e, sopravviverà alla Coupé per diversi anni. La produzione della versione aperta della 300 SL ha obbligato a modificare la zona dell'abitacolo, ridisegnando il telio tubolare in modo da ottenere fiancate più basse e, di conseguenza, migliorare l'accesso. Allo stesso tempo, la sospensione posteriore, pur mantenendo i semiassi oscillanti, è stata modificata con l'adozione di un mollone trasversale incernierato in basso.

Le caratteristiche stradali neutre della Roadster, hanno ricevuto la lode, a seguito della prova su strada effettuata nel 1958, nei commenti di Road & Track,. "Con la sospensione posteriore dotata di mollone incenierato in basso, e pneumatici con più aderenza, l'auto ha un comportamento stradale splendido in ogni condizione. Questo è un miglioramento enorme rispetto alla versione con tetto rigido che, ha la tendenza a sovrasterzare in modo brusco quando portata al limite." Sono stati registrati lo 0-60 mph (ca 100 km/h) in 7,0 secondi ed una velocità massima di 130 mph (208 km/h), valori che rendono la 300 SL Roadster una delle vetture aperte più veloci del tempo. R & T ha concluso: "Non c'è dubbio che la 300 SL Roadster è una vera e propria vettura sportiva con una doppia anima, a sua agio sia nel traffico e sulle strade aperte, sia in pista", parole che rimangono attuali e vere ancora oggi.
Questa specifica 300 SL Roadster è stata venduta nuova negli Stati Uniti, tramite la Studebaker Packard, all'epoca distributore delle vetture Mercedes-Benz, equipaggiata con i fari "sealed beam", la radio Becker Mexico e il rapporto al ponte disponibile a richiesta, più corto di quello standard. Lo schema colori originale è argento grigio metallizzato con interni in pelle blu.

La storia, conosciuta, statunitense inizia il 7 aprile 1970 con una lettera di Stephen Muethe che dichiara di aver appena acquistato l'auto da Leland J Dysant. Un abitante di Dallas, Texas, il Sig. Muethe ha tenuto la sua Mercedes fino all'aprile del 1976, quando l'ha venduta ad un certo D. Luster del Michigan. Il padre, adesso defunto, del penultimo proprietario, ha acquistato l'auto negli Stati Uniti il ​​28 aprile del 1988. Ci sono le targhe di immatricolazione californiane, la documentazione contenente un bollo di circolazione del 1986, ma non c'è traccia di alcun proprietario californiano. Sembra probabile, quindi, che la California sia lo stato dove sia stata acquistata l'auto.

Quando la macchina è arrivata in Norvegia nell'aprile del 1988, il suo proprietario ha trascritto il chilometraggio indicato di 6,030 miglia nel proprio libro di bordo personale (documento che accompagna la macchina). L'ultima voce (scritta nel 2006) registra il chilometraggio di 12.350, che rappresenta un totale di 6.320 miglia coperte in 18 anni. La lettura attuale del contachilometri, fatta al momento della catalogazione, è di di 13.267 miglia, anche se, va sottolineato, non è noto se questa è la distanza totale percorsa da nuova. La Mercedes è stata acquisita dall'attuale venditore nel 2014, entrando così a far parte di un'importante collezione privata che si trova in Danimarca.

La storia che accompagna la macchina è costituita da quanto descritto sopra: documenti e corrispondenza statunitensi; documenti norvegesi di immatricolazione ed una copia dell'originale "datenkarte" (la scheda di produzione) rilasciata dalla Mercedes-Benz. Descritta come in ottime condizioni, l'auto viene fornita completa di diversi manuali uso e manutenzione ed altre pubblicazioni realizzate dalla fabbrica.


1957 Mercedes-Benz 300 SL Roadster
Chassis no. 198042-7500328
Engine no. 198980-7500345

* Delivered new to the USA
* Matching numbers
* Ownership history known since 1970
* Registered in Norway, EU customs paid


Created to spearhead Mercedes-Benz's return to competition in the post-war era, the 300 SL debuted in the 1952 Mille Miglia, finishing 2nd and 4th overall. Wins in the Carrera Pan-Americana and at Le Mans followed, and the 300 SL was on its way to becoming part of motor sporting legend. The first racers were open-topped but before the '52 season's end the distinctive gull-wing doored Coupé had appeared. Unusually high sills were a feature of the multi-tubular spaceframe chassis, and while access was not a problem of the open car, the adoption of coupé bodywork required innovative thinking - hence the gull-wing doors.

Launched in 1954, the production 300 SL retained the spaceframe chassis of the racer and was powered by a 2,996cc, overhead-camshaft, inline six canted at 45 degrees to achieve a lower, more aerodynamic bonnet line. Using innovative direct fuel injection, this state-of-the-art power unit produced 215bhp at 5,800rpm. A four-speed gearbox transmitted power to the hypoid bevel rear axle. Suspension was independent all round by wishbones and coil springs at the front, with swing axles and coil springs at the rear. It was, arguably, the world's first supercar.

Tested by Road & Track magazine in 1955, the 300 SL accelerated from 0-60mph in 7.4 seconds, going on to achieve a top speed of 140mph - outstanding figures for its day. Clearly the 300 SL Coupé would be a hard act to follow yet the Roadster version, introduced just three years later, succeeded in bettering its closed cousin's already exemplary road manners. Conventionally doored, the 300 SL Roadster was first exhibited at the Geneva Salon in May 1957 and would outlive the Coupé by several years. The production of an open 300 SL involved altering the cockpit area, where the spaceframe was redesigned to permit lower sills for improved access. At the same time the rear suspension was changed to incorporate low-pivot swing axles.

The Roadster's neutral steering characteristics received fulsome praise from Road & Track in its 1958 road test. 'With the low-pivot rear suspension and more adhesive tyres, the car handles beautifully under all conditions. This is a tremendous improvement over the hardtop models, which had a tendency to oversteer rather violently if pressed too hard.' A 0-60mph time of 7.0 seconds and a top speed of 130mph were recorded, making the 300 SL Roadster one of the fastest convertibles of its time. R&T concluded: 'There is no doubt that the 300 SL roadster is a truly great dual-purpose sportscar, equally at home in traffic and the open road, or on the track,' words that remain equally true today.

This particular 300 SL roadster was sold new in the USA via Studebaker Packard, who were Mercedes-Benz agents, and was delivered fitted with sealed-beam headlights, Becker Mexico radio, and the optional lower-than-standard rear axle ratio. The original colour scheme was silver-grey metallic with blue leather interior.

The US history starts on the 7th April 1970 with a letter from Stephen Muethe stating he has just purchased the car from Leland J Dysant. A resident of Dallas, Texas, Mr Muethe kept the Mercedes until April 1976 when it passed to one D Luster in Michigan. The immediately preceding owner's late father bought the car in the USA on 28th April 1988. There are Californian registration plates with the documentation, bearing a road tax stamp from 1986, however there is no trace of any Californian owner. It seems probable that this is where the car was purchased.

When the car arrived in Norway in April 1988, its owner entered the recorded mileage of 6,030 in his personal logbook (on file). The last entry (made in 2006) records the mileage as 12,350, representing a total of 6,320 miles covered in 18 years. The current odometer reading at time of cataloguing was is 13,267, though it should be emphasised that it is not known if this is the distance travelled from new. The Mercedes was acquired by the current vendor in 2014, since when it has formed part of an important private collection in Denmark.

Accompanying history consists of the aforementioned items; US documents and correspondence; Norwegian registration papers; and a copy of the original Mercedes-Benz Datenkarte. Described as in excellent order, the car also comes with several instruction manuals and other factory publications.
Activities
Auction information

Buyers' Premium and Charges

For this sale, Bonhams charge a Buyer' Premium of 15% + IVA on the Hammer Price.

Per questa vendita, Bonhams prevede la seguente commissione: 15% + IVA sul prezzo di aggiudicazione.

Contacts
  1. Gregor Wenner
    Specialist - Motor Cars
    Bonhams
    Work
    via Sicilia, 50
    Rome, Italy 00187
    Work + 39 333 564 3610
    FaxFax: +39 049 651 305
Similar Items