1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé
Lot 19
1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé
€400,000 - 500,000
US$ 470,000 - 590,000

The Padua Auction

28 Oct 2017, 14:30 CEST

Italy, Padua

Lot Details
1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé 1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé
1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé
Carrozzeria della Carrozzeria Zagato
Telaio nr. 824.13.3388

* Una delle neanche 400 Sport Zagato prodotte
* Desiderabile versione con i tre carburatori
* Restauro professionale, eseguito in Italia nei primi anni novanta
* Recentemente tagliandata da Thornley Kelham
* Immatricolata in Inghilterra


Questa straordinaria Lancia Flaminia Super Sport, carrozzata da Zagato, è contraddistinta dalla mitica "doppia gobba" sul tetto, caratteristica della casa milanese, in cui le linee basse e una forma arrotondata e snella sono ottenute dal semplice ma ingegnoso trucco di far sporgere, dal tetto convesso, le due gobbe, posizionate proprio sopra i sedili anteriori.Una delle più vecchie e rispettate aziende di design automobilistico, la Zagato è stata veloce nello sfruttare la popolarità della nuova categoria GT nelle competizioni, una classe nata dopo la seconda guerra mondiale, fornendo sia ai team ufficiali sia a quelli privati autovetture stradali che potevano essere guidate in pista, in modo competitivo, durante il fine settimana. Il creatore di alcuni dei disegni più memorabili di questo filone, probabilmente il periodo più produttivo della Zagato, era Ercole Spada. Utilizzando linee morbide, fluide ed aerodinamiche, Spada ha introdotto la coda tronca sull'Alfa Romeo Giulia Tubolare Zagato ed è anche il responsabile dell' Alfa Romeo Giulietta e della 2600 SZ. Le sue creazioni basate sui telai Lancia, comprendono le varianti Zagato Sport e Super Sport della Flavia della Fulvia e della Flaminia. Presentata al Salone dell'Auto di Torino del 1956, la Flaminia ha mantenuto la stessa disposizione meccanica della precedente Aurelia, anche se la tradizionale sospensione anteriore indipendente "Lancia", con gli elementi telescopici per i bracci trapezoidali, ha lasciato spazio al più moderno sistema a bracci trasversali. Rimane dall'Aurelia anche il motore V-6 di 60° da 2458 cc, con valvole in testa, ed il ponte De Dion con sistema transaxle ed i freni posteriori entrobordo. I modelli Sport e Super Sport carrozzati da Zagato, condividono il telaio accorciato con le GT e GTL, coupé e convertibili, carrozzate dalla Touring, e, tutti, sono dotati di freni a disco e sviluppano una maggiore potenza. Nel 1962 viene introdotto il motore da 2.775 cc, che rende le Flaminia più sportive capaci di raggiungere i (circa) 200 Km/h.

Zagato ha apportato, nel corso degli anni, numerosi piccoli cambiamenti di stile, rendendo oggi molto difficile determinare l'originale specifica e configurazione di ogni singola vettura. I proiettori incassati, protetti da una copertura in Plexiglas, sono stati utilizzati sulle prime 99 auto, seguite poi da altre 100 dotate di carburatore singolo e luci verticali "scoperte". Presentata nel 1961, la variante 3C era dotata di tre carburatori Weber 35DCN, al posto del singolo Solex, una modfica che portava la potenza massima a 140 Cv. Il motore da 2.8 litri è stato montato sulle ultime 70 vetture prodotte, di cui 37 sono state successivamente trasformate con la specifica più evoluta, Super Sport. Questo esemplare dell'ultima Lancia disegnata nel rispetto dello stile tradizionale della casa, è uno dei quasi 400 Zagato Sport costruiti. Scoperta in Svizzera negli anni '80, questa Flaminia ha subito un restauro totale, tra il 1990 e il 1993, effettuato in Italia dal rinomato esperto Lancia, KCA. Il restauro, valso circa 1.750 ore di lavoro, è costato l'equivalente di 180.000 €.

Per i successivi 20 anni, la Flaminia è stata tenuta in un garage climatizzato, guidata una volta a settimana. Nel mese di giugno del 2015, l'auto è stata messa in vendita in un'asta che si è tenuta in Europa, dove è stata comprata dall'attuale proprietario, un appassionato Inglese. Prima della vendita (nel 2014) era stata minuziosamente controllata e tagliandata, il servofreno era stato sostituito ed i 3 carburatori regolati, con una spesa complessiva di circa 9.000 €.

Più di recente, Thornley Kelham ha sostituito lo scarico, la pompa freni e la vaschetta del liquido freni ed ha montato 5 pneumatici Michelin, completi di nuove camere d'aria. Al contempo, ha inoltre eseguito un tagliando completo, regolato l'anticipo e sistemato alcuni problemi elettrici, rinnovando il MoT (la revisione Inglese) ed assicurandosi che tutto sia in perfetta efficienza.

Verniciata nel suo originale Blu Lancia, con interni in pelle Connolly rossa, questa bellissima Flaminia Sport è dotata di libretto Inglese V5C e della documentazione, rilasciata dalla Lancia, che ne dimostra la sua specifica originale, confermata da un certificato rilasciato dal Lancia Club. Di pari interesse è una lettera, scritta nel 1993 dal Dottor Elio Zagato, il quale conferma che la Carrozzeria Zagato offriva sulle vetture di tarda produzione, anche una volta che la macchina aveva lasciato la fabbrica, la possibilità di rimodellare i fari anteriori, trasformandoli nella versione incassata, Ciò spiega perché, questo esemplare estremamente raro, probabilmente unico, sia dotato di questa ambitissima configurazione, che combina il frontale aerodinamico della prima versione con il più potente motore 3C.



1962 Lancia Flaminia Sport 3C Coupé
Coachwork by Carrozzeria Zagato
Chassis no. 824.13.3388

*One of fewer than 400 Sport Zagatos made
* Desirable triple-carburettor model
* Professionally restored in Italy in the early 1990s
* Recently serviced by Thornley Kelham
* Registered in the UK


This striking Zagato-bodied Lancia Flaminia Super Sport features the Milanese styling house's renowned 'double bubble' body form in which low overall lines and a rounded streamlined shape are achieved by the simple but ingenious device of convex head-clearance roof bulges above each front seat.

One of the oldest and most respected of automotive design firms, Zagato was quick to exploit the popularity of the new GT racing category after WW2, supplying factory teams and catering for the privateer scene with roadable cars that could be driven competitively on the racetrack come the weekend. The creator of some of the most memorable designs of this, arguably Zagato's most productive period, was Ercole Spada. Favouring soft fluent, aerodynamic lines, Spada introduced the sawn-off tail on the Alfa Romeo Giulia Tubolare Zagato and was also responsible for the Alfa Romeo Giulietta and 2600 SZs. His creations on Lancia chassis included the Zagato Sport/Super Sport variants of the Flavia, Fulvia and Flaminia.

Introduced at the 1956 Turin Motor Show, the Flaminia retained its Aurelia predecessor's mechanical layout, though Lancia's traditional 'sliding pillar' independent front suspension gave way to a more-modern double wishbone arrangement. Aurelia carry-overs were the 60-degree, 2,458cc, overhead-valve, V6 engine, and the De Dion rear transaxle with inboard brakes. The Zagato-bodied Sport and Super Sport models shared a shortened wheelbase with the Touring-styled GT/GTL coupes and the Convertible, and all featured disc brakes and increased power. A 2,775cc engine was introduced in 1962, by which time the sportier Flaminias were capable of around 200km/h (130mph).

Zagato made a number of styling changes over the years, though determining the configuration and specification of individual cars is extremely difficult. Faired-in headlamps under Plexiglas cowls featured on the first 99 cars, which were followed by a further 100 single-carburettor models with open vertical headlamps. Introduced in 1961, the 3C variant featured triple Weber 35DCN carburettors in place of the single Solex, which raised maximum power to 140bhp. The 2.8-litre engine was fitted to last 70 cars, 37 of which were converted subsequently to the ultimate Super Sport specification.

This example of the last word in old-style Lancia design is one of fewer than 400 Zagato Sports made. Discovered in Switzerland in the 1980s, the Flaminia underwent a complete restoration between 1990 and 1993, which was carried out in Italy by renowned Lancia experts, KCA. The restoration consumed some 1,750 man-hours of work and cost the equivalent of approximately €180,000.

For the next 20-or-so years, the Flaminia was kept in an air-conditioned garage and driven once every week. In June 2015, the car was offered for sale at an auction in Europe, where it was acquired by the current vendor, a UK-based enthusiast. Prior to the sale (in 2014) it had received an inspection and service, with the replacement of the brake servo and adjustment of the triple carburettors, for a total sum of circa € 9,000.

More recently, Thornley Kelham has replaced the exhaust system, the brake master cylinder, and brake reservoir, and fitted five new Michelin tyres and tubes. They also carried out a full service, sorted out the ignition timing and some electrical faults, and put the car through its MoT test to ensure that it is in working order.

Painted in its original Lancia Blue, with red Connolly leather interior, this beautiful Flaminia Sport comes with a UK V5C Registration Certificate and Lancia factory documentation recording its original specification, confirmed by a Lancia Club certificate. Of equal interest is a letter from Dottore Elio Zagato, written in 1993, confirming that Carrozzeria Zagato offered a service to retrofit the faired-in headlamps to later cars after they had left the factory. This explains why this extremely rare example has such a desirable - possibly unique - specification, combining the earlier streamlined front end with the more powerful 3C engine.
Activities
Auction information

Buyers' Premium and Charges

For this sale, Bonhams charge a Buyer' Premium of 15% + IVA on the Hammer Price.

Per questa vendita, Bonhams prevede la seguente commissione: 15% + IVA sul prezzo di aggiudicazione.

Contacts
  1. Gregor Wenner
    Specialist - Motor Cars
    Bonhams
    Work
    via Sicilia, 50
    Rome, Italy 00187
    Work + 39 333 564 3610
    FaxFax: +39 049 651 305
Similar Items